Campo Quantico

Voz do Mestre, A
5 de outubro de 2019
Todo lo que un Qubit puede Enseñarte sobre Física Cuántica
5 de outubro de 2019

Campo Quantico



Campo Quantico
proprio quando la fisica classica è in crisi profonda
si affaccia la possibilità di una meccanica quantistica
il fisico tedesco Max Planck fu il primo ad intuire il concetto di “quanto”Ueber die Elementarquanta der Materie und der Elektrizität.
Grazie al Francese premio nobel Louis de Broglie, si apre una nuova ricerca sull’elettrone e il suo moto ondulatorio. Sulla base di questi risultati, nel 1925-1926, Werner Heisenberg e Erwin Schrödinger svilupparono rispettivamente la meccanica delle matrici e la meccanica ondulatoria, due formulazioni differenti della meccanica quantistica.
Arte E Fisica

Le scoperte dell’oggi sono davvero stupefacenti: alla base dell’essere umano non ci sono reazioni chimiche, ma cariche energetiche. Tutte le creature viventi sono aggregati di energia interconnessi a ogni altra cosa esistente e immersi in un campo energetico. Questo campo di energia pulsante è il principale motore della nostra coscienza e del nostro essere, l’alfa e l’omega dell’esistenza.

microscopici componenti dell’atomo non erano nemmeno più materiali e, a quanto ne sappiamo, non erano nemmeno entità definite, ma assumevano ora le caratteristiche di un tipo di particella, ora quelle di un altro. E, cosa ancor più strana, spesso queste particelle si trovavano simultaneamente in vari stati tutti potenzialmente pensabili, e i corpuscoli subatomici, isolati gli uni dagli altri, assumevano un significato solo in relazione a tutto il resto. Allo stato elementare la materia non poteva essere suddivisa in piccole unità a sé stanti, ma era indivisibile. L’universo poteva essere compreso solo considerandolo come un’unica rete dinamica di interconnessioni.

I pionieri della fisica quantistica avevano scoperto che la nostra presenza aveva un’influenza determinante sulla materia. Le particelle subatomiche, infatti, esistevano in tutti gli stati possibili finché non venivano disturbate da noi, tramite l’osservazione o la misurazione; a quel punto assumevano una forma definita e reale. La nostra osservazione, ossia la nostra coscienza, era determinante perché il flusso di particelle subatomiche diventasse un qualcosa di preciso, eppure non eravamo compresi in nessuno dei modelli matematici di Heisenberg o Schròdinger.

Cosa ancor più importante, avevano dimostrato che tutti noi siamo connessi gli uni agli altri e il mondo, a sua volta, è connesso alle fondamenta del nostro essere. Grazie agli esperimenti scientifici avevano ipotizzato l’esistenza di una forza vitale che attraversa l’universo; qualcosa che era stato variamente chiamato coscienza collettiva o, secondo la definizione dei teologi, Spirito Santo. Offrirono una spiegazione plausibile per tutti quegli argomenti in cui per secoli l’umanità aveva creduto senza averne una prova concreta o un’adeguata giustificazione: dall’efficacia della medicina alternativa e perfino della preghiera, alla vita oltre la morte. In un certo senso ci fornivano una scienza della religione.

Il Campo Quantico rappresenta uno dei primi tentativi di concentrare queste ricerche in uno studio coeso. Nel fare ciò, fornisce validità scientifica ad aree prevalentemente sotto il dominio della religione, del misticismo, della medicina alternativa o della speculazione New Age.

Rolando Attanasio

source

Deixe uma resposta