Dott. Quantum – Esperimento della doppia fessura (Italiano)

The Fabric of the Cosmos: Space, Time, and the Texture of Reality (English Edition)
6 de dezembro de 2019
O pensamento na origem das doenças à luz da Física Quântica e do Espiritismo — com André Luiz Ramos
6 de dezembro de 2019

Dott. Quantum – Esperimento della doppia fessura (Italiano)



http://physicando.netsons.org/

source

29 Comments

  1. Stefano Tini disse:

    io arrivo con un pò di ritardo ma…non è possibile fare un esperimento di palline di materia sparate su dei fluidi a vedere come si comportano?

  2. Gram Parsons disse:

    Non si può spiegare questo fenomeno se si esclude l apparato strumentistico dell esperimento, cioè il contesto sperimentale nel quale si fanno muovere le particelle. L onda è un insieme formato da tutte le potenziali collocazioni della particella che la compone. Quando lo strumento fa partire la singola particella, tale strumento si è aggiunto all insieme onda e dato che la somma di un insieme più un elemento non da come risultato l insieme più l elemento ma un un nuovo insieme, ecco che il risultato è il nuovo insieme particella. Insieme particella formato dalla specifica collocazione della particella e l apparato di uscita dello strumento. L insieme particella/app di usc dello strumento, giunge davanti alle due fessure e qui ce una seconda interazione con il contesto strumentale. L insieme specifica collocazione della particella/apparato di uscita dello strumento adesso si trasforma in un altro insieme specifica coll della part/app uscita strum/due fessure. Adesso dunque, entrambe le fessure, non solo una delle due, creeranno il risultato finale della collocazione della particella. Da qui deriva l interferenza e quindi l effetto onda della collocazione della singola particella! Quando poi a tutto questo si aggiunge l osservazione di dove tra le due fessure passa l insieme, si formerà un quarto insieme specifica coll della part/app uscita strum/due fessure/osservazione di una singola fessura. In questo caso, la particella passerà dunque solo da una fessura ed il risultato finale sarà una collocazione tipica dei corpuscoli. La particella, quindi, e qui sta la rivoluzione di questa teoria, è un insieme che muta in relazione al contesto con cui interagisce

  3. Mirela Cholan disse:

    Invece hanno ragione ho experienze spirituale ho avuto atenti che pensate perché inconsapevole noi siamo tutti nell fisica quantistica qui terra

  4. Mirela Cholan disse:

    Invece hanno ragione ho experienze spirituale ho avuto atenti che pensate perché inconsapevole noi siamo tutti nell fisica quantistica qui terra

  5. Ma, alla fine, cosa si è scoperto con questo esperimento?

  6. E se nel momento in cui le particelle si comportano da onde,sono dominate da una frequenza,ma se questa fosse una simile alla frequenza di risonanza?
    Quando incontrano l'occhio umano,l'occhio trasmette solo quello che riusciamo a vedere,ma noi non vediamo le particelle minuscole,é possibile che il nostro occhio che ha un limite di frequenza come tutta la materia,possa trasmettere in qualche modo questa vibrazione che per la particella corpuscolare é un qualcosa di immenso a tal punto da comportarsi come particella?
    Merito il nobel?oppure non é possibile e ho detto un sacco di stupidaggini?
    (non ho neanche visto il video conoscevo già l'esperimento)

  7. Ti prego doppialo male PERPOACERE E FAI UN CANALE CHIAMATO DOTTOR QUANTUM TRASH

  8. Molto convincente

  9. Zlatan Bolo disse:

    Video che spiega alla perfezione l'esperimento. Grazie mille!

  10. Ancora dobbiamo percorre molta strada prima di afferrare la cosiddetta' realta' a 360 gradi ed oltre. Possiamo al momento accontentarci della probabilta' quantistica legata inoltre ai modi di osservare un fenomeno. In linea di massima uno strumento di misura interagisce sempre con la misura stessa. Siamo ancora troppo monodimensionali psicologicamente.

  11. adamo d. disse:

    Capire ciò che viene detto è semplice. Ma affermare di aver capito senza essere curiosi di vedere come si possa isolare un solo fotone e spararlo attraverso una micro fessura e blà blà blà è un altra cosa. Avete mai provato ad osservare sempre più da vicino un oggetto? Ad certo punto non vedete l'oggetto, ma la sua trama. Allo stesso modo strumenti di dimensioni tali da scindere ciò che è osservato da ciò che si osserva è improbabile esistano; in altri termini i fisici teorici stanno spacciando per teorie, semplici intuizioni affermando in altri termini: non siamo in grado di comprendere cosa avviene nel infinitamente piccolo perché gli strumenti non ce lo consentono.

  12. edo disse:

    Credo che L'universo sia un astuto ingegnere, forse addirittura un essere senziente..
    Avviene qualcosa simile alla censura cosmica che impedisce rigorosamente a noi esseri viventi di capire qual'è la realtà dietro tutto quello che viviamo e che siamo in questa vita.

    Mi dà l'idea che esso si comporti quasi come se coscienziosamente non volesse farsi scoprire mentre regola tutte le leggi che fanno di quello che noi siamo, una specie di simulazione calcolata e meticolosamente progettata.
    È impressionante come in questo preciso istante rimanga sconosciuta la verità dietro questa incredibile perfezione di esistenza in cui viviamo.

    Perchè siamo qui?
    Chi ci ha messo in questa posizione?
    Siamo gli unici ad esistere in questo universo?
    Se no, allora dove sono gli altri?
    Anche loro sono inconsapevoli?
    Come mai nella natura dell'uomo è innato il farci tante domande quando ancora non possiamo trovarene le risposte?

    Penso che probabilmente non lo sapremo mai, o magari solo la fine intesa come morte, potrà svelarci qualcosa in più.
    Certo, penserete, quando i nostri sistemi vitali cessano di funzionare non c'è più molto da scoprire… Giusto?

    Anche Io pensavo che fosse impossibile che un atomo potesse deliberatamente cambiare modo di agire se osservato, ma visto gli assurdi misteri e controsensi che stesso la fisica ci insegna, mi sento deciso nell'accettare ogni teoria e ogni realtà immaginabili nonostante l'incredulità che naturalmente mi pervaderebbe come essere umano.

  13. OcraNova disse:

    l'osservatore crea il collasso d'onda.
    Nel momento che io osservo la materia, che ha questa natura doppia, cade, collassa, perchè io sono entrato in campo, io l'ho osservata.

  14. Bruno Limido disse:

    e'la realta'decisa al momento stesso che la si osserva,ma che poteri abbiamo allora noi ?

  15. Diego Murgia disse:

    sapete perché? perche' noi come le particelle siamo consapevolezza…Siamo nello stesso tempo osservatori e osservati.se decidiamo di guardarla cambia la nostra consapevolezza della osservato e siccome siamo anche noi stessi l osservato cambiando la nostra consapevolezza cambia nel medesimo istante anche c' ho che osserviamo.

  16. bianciardi lezza

  17. E' piuttosto difficile da realizzare. L' ipotesi di Copenaghen ideata da Niels Bohr fu materia di scontri piuttosto accesi tra quest' ultimo e Einstein. Da cui la famosa frase " intendi dire che se mi giro la luna non esiste più??????????? ".

  18. Dato per scontato il dualismo onda-particella. Si dovrebbe spiegare di cosa sono fatte le onde. Sappiamo che quelle del mare sono fatte d'acqua, quelle del suono di aria. E nel caso delle particelle come pure la luce cosa vibrerebbe? Il nulla? Nasce l'esigenza di spiegare cosa vibra e non basta dire che l'etere non esiste. La teoria è incompleta

  19. Veramente interessante all'inizio pensavo che quando passavano si attiravano e respingevano per qualche motivo formando un onda tipo codice a barre, sarebbe stato quasi normale. Adesso mi piacerebbe vedere l'esperimento dal vivo e capire se a seconda della persona che osserva cambia qualcosa e vorrei anche sapere se la telecamera era abbastanza distante da non interferire. Se è vero devono fornirci prove tangibile perché cambierebbe tutto il modo di vivere in quanto tutto quello che osserviamo non corrisponde a quello che arriva al nostro cervello. Comunque di false teorie è pieno la verità è una sola, quale non saprei.

  20. Mirco Venzo disse:

    Finalmente son riuscito a comprendere qual'è il problema di questo esperimento. Spiegazione molto ben fatta e traduzione dall'inglese quanto mai opportuna. GRAZIE!

  21. PoIsOnDiVx disse:

    Chi pensa di poter modificare la realtà con le leggi della meccanica quantistica si sbaglia di grosso. Non è la volontà che modifica la realtà, ma il fatto che per compiere le misurazioni si utilizzano strumenti che interferiscono con la traiettoria e il comportamento delle particelle osservate. Il loro comportamento rimane bizzarro, ma non esiste nessun potere della mente sulla materia, è pur sempre un evento fisico di particelle che si scontrano, anche se non seguono le leggi fisiche del mondo macroscopico. 

  22. Conclusione? Ciò che osserviamo è solo una delle tante possibili realtà che esistono! Però una domanda mi sorge spontanea, se l'elettrone può comportarsi sia come particella che come onda, perché quando vado ad osservare il suo passaggio verso la fenditura esso mi si presenta sempre come particella e mai come onda?

  23. Warm4n disse:

    Welcome New Age !

  24. aldo baglio disse:

    C'è qualcosa che non torna….
    Se facessimo questo esperimento con palline da ping pong, vorreste dire che otterremmo lo stesso risultato? Lo schermo dietro avrebbe improna a forma di onda?
    E poi è una follia il fatto che una cosa si muovi differentemente secondo che la si osserva o no. Come si muoverebbero le lancette dell'orologio se non osservate?
    Se lancio una palla da buling nella sabbia, essa lascerebbe una scia diversa se la osservo o no?

  25. l'unica legge che accomuna la scianza con la spiritualita' e' la fisica quantistica … quando dei 2 ne farete 1 allora percepirete le cose in modo totalmente differente ..

  26. TheBfaulk92 disse:

    Io facevo un discorso solo filosofico: e per dire che scienza e spiritualità non sono incompatibili basta la filosofia, non serve capirci di meccanica quantistica

  27. bisacciayo disse:

    mai quanto quella tua scientifica…

  28. TheBfaulk92 disse:

    Certo che non ci vedi coincidere nulla, visto che a quanto vedo non ci CAPISCI un beneamato nulla 😉

    Onestamente, una persona che mi viene a dire "scienza e spiritualità sono due cose totalmente opposte" deve avere proprio una grande preparazione filosofica in materia

  29. bisacciayo disse:

    io non vedo conincidere proprio nulla, coincide solo perchè lo si vuol far coincidere…scienze e spiritualità sono due cose totalmente opposte

Deixe uma resposta

%d blogueiros gostam disto: